Leone di Venezia

Venezia Sailing Navigare a Venezia
- Navigare e sognare nell'alto Adriatico e nella Laguna di Venezia -
- Venezia - Chioggia - Delta del Po - Caorle - Lignano - Grado - Istria - Dalmazia -

Home <<
Navigare in mare
Navigare in laguna
Fare una crociera
Noleggiare una barca
Attività subacquee
Cartografie
Racconti di mare
Chi siamo - Contatti


LE NUOVE PAGINE PER ORGANIZZARE LA VOSTRA CROCIERA - VACANZA IN BARCA

Fare una crociera:


Sito ottimizzato per risoluzione 1024x768.
PERICOLI:


Come anticipato nelle note generali, la navigazione nell'alto Adriatico richiede cautele particolari, molto diverse da zona a zona:

COSTE ITALIANE

Fondali: soprattutto con imbarcazioni a vela bisogna abituarsi a prestare sempre attenzione allo scandaglio in prossimità della costa; se si escludono i principali accessi alla laguna di Venezia tutti gli altri atterraggi possono presentare un potenziale rischio, aggravato dalla poca trasparenza dell'acqua e dalle ampie escursioni di marea. E' pur vero che uno sfioramento del fondale sabbioso non provoca necessariamente danni letali ma è bene prevenirlo (nel dubbio velocità minima!). Le cose si complicano in presenza di onde significative, soprattutto se portate da scirocco, in quanto i fondali limitati possono generare frangenti alle imboccature di molti porti, rendendoli impraticabili. Fortunatamente, anche nella situazione peggiore, l’accesso alla laguna di Venezia dalle bocche di porto resta possibile.

Ostacoli: Praticamente non esistono ostacoli naturali in mare mentre quelli artificiali in genere sono ben segnalati. E’ bene comunque pianificare con cura le rotte, soprattutto di notte. Gli ostacoli più frequenti sono: testate di dighe, moli e pennelli con relative scogliere sommerse, segnalamenti vari, campi di acquacoltura e tecnico-scientifici. In particolare i campi di mitilicoltura sono molto diffusi anche ad una certa distanza dalla costa e si caratterizzano in superficie per una moltitudine di gavitelli colorati. Sono segnati sulle carte e sono segnalati da boe gialle, generalmente con luce, poste al centro o ai quattro angoli. Si tenga conto che:
- finirci dentro è grave (ci si impiglia) e pesantemente sanzionato;
- di notte non è facile determinarne i confini;
- possono variare, quindi la certezza riguardo alla loro situazione e’ affidata alla lettura degli “avvisi e all’aggiornamento delle carte;
Vi è poi una significativa attività di pesca, anche con attrezzi sporgenti, che richiede la conoscenza del relativo segnalamento.

Maree: Le escursioni rilevanti possono condizionare l’accesso a molte aree navigabili interne. Si rimanda a quanto illustrato nel capitolo dedicato alla navigazione lagunare, con la raccomandazione di tener conto che l’onda di marea ha un movimento complesso che non la rende simultanea sull’intero bacino. La previsione deve quindi essere specifica per il luogo o opportunamente corretta.

COSTE SLOVENE

La costa slovena non presenta peculiarità particolari ed i pericoli sono quelli a cui ogni buon navigante presta istintivamente attenzione. Possono trovarsi fondali bassi solo in fondo ai golfi, in particolare quello di Pirano, ma la conformazione del territorio è sostanzialmente prevedibile.

COSTE CROATE

Fondali e ostacoli: Gran parte della costa orientale dell’Istria presenta frequenti insidie naturali come secche, scogli affioranti e bassi fondali in genere. Se ne trovano moltissimi, anche in posizioni insospettabili, lontano dalla costa e costituiscono oggettivamente un pericolo notevole. A differenza della costa italiana qui i fondali pericolosi sono rocciosi, quindi gli incagli sono sempre gravi. Il segnalamento è generalmente buono ma è assolutamente sconsigliabile navigare a vista: si raccomanda di seguire un percorso preventivamente controllato sulla carta e riscontrare continuamente la propria posizione, osservando il territorio ed il segnalamento marittimo. Altrimenti non scendere sotto le 2-3mg. dalla costa. Anche l’accesso ai porti, in molti casi, è irto di insidie e deve essere seguita una precisa procedura di atterraggio per non avere problemi. Le carte e i documenti ufficiali sono completi ed affidabili, così come la riconoscibilità del segnalamento: facendone un corretto ed attento uso non si avranno problemi.

Maree: Le maree, pur se di ampiezza analoga a quelle italiane, viste le diverse caratteristiche della costa, non influenzano in modo rilevante la navigazione. Vanno considerate più che altro per la sicurezza degli ormeggi ai pontili fissi.

A parte questo non vi sono altri pericoli particolari di cui tener conto, salvo quelli di origine meteorologica per i quali si rimanda al capitolo relativo.


-Note generali -Rotte -Porti e approdi -Pericoli -Meteorologia -Dogana e confini

LA BIBLIOTECA DI VENEZIA SAILING
Il nuovo libro degli Ormeggi e delle Manovre in Porto.

Libro ormeggi manovre Ormeggiare la barca dopo la giornata in mare non sara' piu' un incubo.

Tutta la tecnica e le astuzie di uno skipper esperto raccolte in questo manuale che approfondisce ogni aspetto teorico e pratico delle manovre.

Disponibile Stampato e E-Book,
con anteprima gratuita.


la foto di skipper stefano
è con te per:

- preparare una vacanza in barca;
- organizzare una crociera con famiglia o amici;
- noleggiare una barca dove vuoi tu;
- migliorare le tue capacità marinare;
- ottenere il massimo dalla tua barca;
- seguirti in un piano di gestione della tua barca;
- scoprire posti da sogno: Venezia e la sua laguna, l\'Istria, il Quarnaro, le Incoronate...

LA CARTA ELETTRONICA DELLA LAGUNA DI VENEZIA

Laguna di Venezia di Venezia Sailing Per gli amici di Venezia Sailing è ora disponibile al downloading gratutito una carta elettronica della laguna veneta.


IL MINITONNER RIVETTO

miniatura minitonner rivetto Una barca ormai d'altri tempi, ma ancora bellissima e vincente. Solo per veri appassionati...